cura denti

La cura dei denti e l’igiene orale sono operazioni fondamentali per mantenere sani denti e gengive nel tempo. Non solo: la bocca svolge anche una funzione estetica ed è sempre in mostra, dato che ci permette di mangiare, parlare e baciare mettendoci in contatto con il mondo. Ecco, allora, alcuni consigli per prendercene cura ricordandoci di abbinare a questi semplici suggerimenti una visita periodica dal dentista di fiducia.

L’igiene e la cura dei denti casalinga, infatti, se eseguita correttamente permette di sconfiggere il nemico principale: la placca, responsabile di carie e altre patologie del cavo orale. Nel dettaglio, la placca è formata da microrganismi (batteri, cellule di sfaldamento della mucosa orale, residui alimentari) che aderiscono ai denti ed è la causa più importante delle malattie parodontali.

Inizialmente questa sostanza è morbida, ma nell’arco di 24 ore si indurisce, trasformandosi in tartaro che solo il dentista può eliminare effettuando la detatarsi nel suo studio.

Come prendersi cura dei denti a casa

Come detto, pulire ogni giorno i denti ed effettuare una corretta igiene orale è il modo migliore per eliminare la placca dentale e ridurre i rischi per la salute della bocca. Spazzolare i denti è sicuramente il metodo principale per la pulizia del cavo orale, dato che un buon spazzolino permette di eliminare residui di cibo e batteri.

Oltre allo spazzolino è bene munirsi di un dentifricio con PH 6 o 7 e che contenga fluoro per la mineralizzazione dei denti, da utilizzare sullo spazzolino più adatto alle esigenze della persona in termini di grandezza e durezza. Una valida alternativa sono gli spazzolini elettrici, oggi disponibili anche in modelli pensati per i bambini, come questo.

Per portare risultati significativi, la pulizia e la spazzolatura dei denti deve essere fatta tutti i giorni per tre volte al giorno ed entro 30 minuti dalla fine dei pasti principali. Inizialmente, i denti vanno spazzolati e puliti senza dentifricio e con lo spazzolino asciutto, successivamente si bagna lo spazzolino e si aggiunge il dentifricio per una maggiore efficacia.

Come insegnare ai più piccoli l’igiene orale

Prendersi cura dei denti è un’azione importante a tutte le età e i genitori devono insegnare ai più piccoli a prendere confidenza con dentifricio e spazzolino. Il metodo migliore è quello di proporre questa attività come un gioco o come l’imitazione di un comportamento degli adulti, in modo che non diventi un obbligo, ma una buona abitudine.

Per questo, le aziende propongono oggi spazzolini e dentifrici con i personaggi dei cartoni animati, divertenti e colorati come il dentifricio Mentadent Kids. L’unico accorgimento riguarda la scelta dello spazzolino, che deve esser morbido e con la testina più piccola rispetto a quello degli adulti.

Come scegliere lo spazzolino giusto

Sul nostro sito troverai diversi modelli di spazzolino, anche se quello adatto alle caratteristiche di tutti i tipi di bocca è:

  • di durezza media;
  • con impugnatura diritta;
  • con setole dritte e di pari lunghezza di materiale sintetico e diametro massimo di 0,30 mm a punta arrotondata;
  • con testina di almeno 3 cm per gli adulti e 2 cm per i bambini, in modo da raggiungere facilmente tutti i punti della bocca.

Come scegliere il dentifricio

Il dentifricio ideale è quello al fluoro e ne basta una piccola quantità da usare al termine della spazzolatura dei denti per eliminare i residui e pulite il cavo orale. Grazie al fluoro è possibile rendere lo smalto dei denti più resistente alla carie e garantire un’azione antisettica.

In commercio si trovano oggi dentifrici adatti a chi presenta particolari caratteristiche, come il dentifricio per denti sensibili o il dentifricio per bambini, dal sapore gradevole.

Se, infatti, pulire i denti è importante, farlo in modo piacevole è essenziale per creare una buona abitudine e assicurarsi la salute ed il benessere della bocca.

Condividi

Lascia il tuo commento qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *